Cultura da esplorare in Alto Adige, Sudtirolo

Attrazioni nel circondario

Approfittate della posizione centrale di Colle Isarco! Che ci si sposti a nord o a sud, numerose sono le mete interessanti: Innsbruck o la vicina cittadina di Wattens (Austria), con il Mondo di Cristallo di Swarovski, oppure i castelli bavaresi; anche Monaco e Salisburgo sono città ideali per trascorrervi una giornata diversa

Queste località sono raggiungibili anche con gite organizzate dal nostro paese
Saremo lieti di aiutarvi a organizzare la Vostra gita. Visitate i link su questa pagina per scoprire altre mete per gite ed escursioni!

Gite nei dintorni di Colle Isarco.

Su Südtirol online magazine potrete trovare servizi recenti sulle escursioni più disparate: dalle passeggiate, ai voli in mongolfiera, alle escursioni notturne in montagna... Gite di un giorno, per esempio, al lago di Garda, o lungo la Strada del Vino fino al Lago di Caldaro, oppure un tour alpino, attraverso la Val d’Isarco fino in Austria, passando dalle Dolomiti, per poi tornare…

Non solo shopping italiano…

Colle Isarco e dintorni sono posti ideali per fare "shopping": nelle cittadine dell’Alto Adige si possono acquistare articoli in pelle italiani, abiti alla moda, artigianato sudtirolese, regali e souvenir.

L’affascinante cultura tirolese e quella mediterranea si incontrano.

L’Alto Adige funge da tramite tra la cultura italiana e quella austriaca! Andate alla ricerca delle tracce, è interessante…

Tourcard, che permette l’utilizzo gratuito dei mezzi pubblici, autobus e treni, degli impianti di risalita e l’ingresso nei musei, si possono programmare escursioni meravigliose ed equilibrate

Info

Museo Archeologico di Bolzano (Ötzi, l’uomo dei ghiacci) »»
Oltre 5.000 anni fa un uomo salì lungo le pendici innevate dei ghiacciai della Val Senales e vi perse la vita. Nel 1991 viene ritrovato per caso: insieme con i suoi abiti e i suoi attrezzi, mummificato, congelato – una sensazione archeologica, un’istantanea unica di un uomo dell’Età del rame. Dopo diversi anni di ricerche condotte da gruppi altamente specializzati, dal mese di marzo del 1998 la mummia e i suoi accessori sono accessibili al pubblico nel Museo Archeologico di Bolzano.

 

Museo Provinciale delle Miniere »»
Benvenuti al Museo Provinciale delle Miniere. Il Museo È costituito da cinque strutture museali, ciascuna delle quali riserva al visitatore un’esperienza unica e speciale. Mondo delle Miniere Ridanna Monteneve, Museo delle Miniere Granaio Cadipietra, Avventura in Miniera Monteneve Passiria, Io respiro…Centro Climatico Predoi, Museo delle Miniere Predoi.

 

Museo Provinciale della caccia e della pesca a Castel Wolfsthurn »»
Secondo l’Atlante del tempo libero del Club Automobilistico Tedesco ADAC, il nostro museo è annoverato tra i più bei musei a cielo aperto d’Europa. Ne fanno parte un’esposizione all’aperto di oltre 4 ettari e la maestosa residenza “Ansitz Mair am Hof”, il cuore del museo. Il museo fu fondato nel 1976.

Castel Trauttmansdorff – Giardini botanici »»
Nel 2005 i giardini di Castel Trauttmansdorff furono eletti il "più bel giardino d'Italia" tra 64 concorrenti nazionali, invece nel 2006 “Giardino n. 6 d’Europa”. La giuria di cinque esperti era entusiasta soprattutto per "spirito d’innovazione, design e sintesi perfetta di natura e arte".

 

Museo Provinciale del Vino »»
Il Museo Provinciale del Vino è stato istituito come primo museo del vino a sud delle Alpi. Fu fondato nel 1955. Fino al 1986 ebbe la sua sede a Castel Ringberg, sopra il lago di Caldaro; nel 1986 si trasferì nel centro della località di Caldaro. Chi visiterà questo singolare museo nel cuore di Caldaro, sperimenterà un viaggio attraverso la storia culturale del vino, in particolare attraverso la viticoltura dell’Alto Adige.

 

Musei Provinciali »»
Vi invitiamo a un emozionante viaggio nella storia culturale e naturale dell’Alto Adige. L'esperienza del patrimonio culturale del paese in modo divertente e vivo. Vi auguriamo buon divertimento! Siate attivi e sportivi…

 

Cammino di San Giacomo in Alto Adige »»
Auguro a tutti coloro che percorrono il Cammino di San Giacomo in Alto Adige di scoprire la natura e la cultura di questa splendida terra, soprattutto però di aprirsi al messaggio cristiano del Cammino, quello di vivere un percorso interiore di rinnovamento, di presa di coscienza della propria situazione e di raggiungimento di una meta più profonda. Georg Untergaßmair, Prevosto e Abate di Novacella.